Martedì 2 luglio alle 22:30 sarà presentato “Baluardo“, il quarto album degli Opra Cupa. Lo spettacolo avrà luogo nel Giardino romantico del Palazzo Reale in occasione del Napoli Teatro Festival per il Puglia Village, organizzato dal Teatro Pubblico Pugliese.

Nel corso della performance Cesare Dell’Anna alla guida degli Opra Cupa mischia le carte per l’ennesima volta sfidando se stesso, amalgamando
immaginari colti con espressioni popolari. Con alle spalle quasi vent’anni di carriera, innumerevoli concerti e tournèe nazionali e
internazionali, i salentini OPA CUPA si sono da sempre caratterizzati per la continua ricerca dell’incontro musicale tra le melodie dei
Balcani e quelle tipiche del Sud Italia, arricchite di sfumature progressive jazz e funk, che hanno dato luogo a un perfetto connubio fra tradizione e avanguardia.

Trascorsi quasi venti anni da quando nel ’98 si formò la prima cellula degli OPA CUPA, la band rappresenta il primo progetto balkan-jazz nato in Salento. Opa Cupa è il racconto di testimonianze
irripetibili, è una storia di immigrazione, il racconto di viaggi e partenze in cui la condivisione e l’esplorazione generano
un’alchimia potente in grado di far crollare le barriere sociali dinanzi al confronto tra etnie e culture apparentemente lontane e
diverse. Opa Cupa è il sud del mondo dal quale nasce il nuovo fermento, è la periferia dimenticata ai margini da cui si generano i
cambia-menti. Il percorso artistico della band è caratterizzato dalla ricerca delle melodie dei Balcani che si incrociano con le sonorità
tipiche del Sud Italia. Arricchite da sfumature progressive jazz e impreziosite dai tempi dispari e irregolari, creano un connubio perfetto
fra tradizione ed avanguardia.

Il sound degli OPA CUPA è sfrontato, sprezzante del pericolo di osare che viene rovesciato ed utilizzato per giocare, e per riflettere del
suono sulla bellezza dell’arte nella sua massima espressione di libertà e creatività, svincolata dagli schemi del clientelismo politico che
ammanetta la musica, la censura e rende i suoi protagonisti “mercanti d’arte”.

“BALUARDO” è un lavoro che arriva a sei anni di distanza dal precedente album, riunendo e completando il percorso artistico nato con
l’esperienza dell’Albania Hotel e l’etichetta indipendente 11/8 Records
– per cui la band ha inciso Hotel Albania (2005) e CTP – Centro di Permanenza Temporanea (2009) – e che ha avuto il suo esordio discografico nel 2000 con l’album “Live in Contrada Tangano”
(Sottosuoni).

Sul palco gli Opa Cupa sono Cesare Dell’Anna (tromba), la napoletana Irene Lungo (voce), Ekland Hasa (tastiere), Stefano Valenzano (basso), Giuseppe Oliveto (trombone), Andrea Doremi (tuba), Antonio De Marianis
(batteria), Emanuele Calvosa (tromba), Luigi Grande (tastiere), Talla (voce)