Il 19 febbraio Massimo Troisi avrebbe compiuto 66 anni. Ieri la città che gli ha dato i natali e lo ha visto crescere e  formarsi, insieme all’associazione “Casa di Massimo”, presieduta dal fratello Luigi non hanno fatto passare questa giornata inosservata. Con un evento chiamato “Massimo nel Cuore”, nel mondo reale ed in quello virtuale hanno celebrato il compleanno di Massimo.

“La sua impronta geniale, la sua ironia e la sua presenza sono ancora tangibili a San Giorgio a Cremano. Massimo Troisi è un patrimonio per la nostra città e per l’Italia intera”.  Queste sono state le parole che il sindaco Giorgio Zinno ha dedicato all’evento tenuto nella Fonderia Righetti, presso Villa Bruno, alle ore 18.30, dove si sono incontrati artisti, attori, cantanti, musicisti e tanti appassionati dell’attore che gli hanno reso omaggio, attraverso performance teatrali e musicali e ricordi di vita che li hanno legati al regista, snodandosi attraverso il percorso artistico e umano dell’attore. Centrale nel corso della serata è stato l’affetto che l’artista  nutriva per la sua città. La kermesse gratuita è stata patrocinata dalla Città di San Giorgio a Cremano. Tra i presenti anche molti giovani talenti  del Vesuviano, che vogliono intraprendere la carriera artistica.

A San Giorgio a Cremano, si trova anche, al piano terra di Villa Bruno, un museo dedicato  a Massimo Troisi. L’unico luogo in Italia dove si possono vedere gli arredi originali del suo appartamento e gli oggetti personali e privati dell’artista; i suoi strumenti musicali, le sceneggiature e i copioni originali dei suoi film, e vi è persino esposta la bicicletta de Il Postino, di proprietà della Città di San Giorgio a Cremano.