All’ultimo minuto, con il cuore e la classe del Pipita, con la cazzimma e la grinta del neo entrato Ghoulam (splendido il suo assist in veste di quarterback), il Napoli beffa l’Inter e conquista le semifinali, dove sfiderà la Lazio di Pioli.
Quanto è cambiata questa squadra dalla notte di Doha, lo vediamo in gare come quella di ieri: Una tensione agonistica mostruosa, una convinzione nei propri mezzi mai vista prima e un gruppo unito che finalmente non si arrende mai di fronte alle difficoltà. I risultati sono dalla parte di Benitez che aveva, giustamente, messo tutti in guardia in vista della gara contro l’Inter. Inter che ci ha provato in tutti i modi(soprattutto nel primo tempo) ed è sembrata una squadra nettamente in crescita rispetto a domenica scorsa, ma il Napoli è altra cosa, questo Napoli è più compatto, cattivo e qualitativamente superiore in attacco, rispetto all’undici di Mancini.
Gli azzurri con la vittoria in coppa hanno dimostrato di essere finalmente più quadrati, ordinati in difesa e pronti al sacrificio in ogni reparto(vedi la capacità di Koulibaly ad adattarsi in un ruolo non suo). Bene, benissimo Higuain, ottimo l’inserimento in squadra di Strinic che gioca da veterano, Gargano da standing ovation, e complimenti anche ad Andujar, leader, grande comunicatore e sempre sicuro nelle uscite.
Da elogiare il sostegno straordinario di un San Paolo in grande spolvero, con le curve strapiene in ogni ordine di posto, in Curva B anche una presenza speciale, quella di Lorenzo Insigne, sulla via del recupero dall’infortunio. Curva B che ha voluto ricordare con uno striscione esposto per tutto il match, l’anniversario della scomparsa dell’ultras genoano Vincenzo Spagnolo.
NAPOLI-INTER 1-0
NAPOLI

Andujar, Koulibaly, Albiol, Britos, Strinic, Gargano, David Lopez, Callejon, Hamsik, De Guzman, Higuain. All.Benitez
INTER
Carrizo, Nagatomo, Ranocchia, Juan Jesus, Santon, Medel, Brozovic, Hernanes, Shaqiri, Icardi, Puscas. All.Mancini
GOL: Higuain 93′
Ora testa all’Udinese(domenica ore 15.00) e a qualche ultima operazione in uscita sul fronte calciomercato, vedi Uvini, che a giorni potrebbe fare ritorno in Brasile. Per quanto riguarda le uscite c’è da ufficializzare anche la partenza in prestito di Radosevic che ritorna in patria, al Rijeka.

A proposito dell'autore

Fabio Ferraro

Giornalista pubblicista dal 2014, grande amante di calcio, sport in generale, musica e storia contemporanea, collabora con Napoliflash24 dalla sua fondazione(2013). Curatore dal 2013 delle Rubriche "Largo ai giovani" e "Mondo Ultras" su ilnapolionline.com. In passato ha collaborato con il magazine "Thetripmag.com", il blog "letteraturateatrale.it", il portale "Forumitalia" e inoltre ha ricoperto nel corso del biennio 2013/2014, il ruolo di addetto stampa dell'ASD Partenope Soccer.

Post correlati