Una donna di 80 anni di San Prisco è morta ieri mattina per una grave insufficienza respiratoria all’ospedale di Sessa Aurunca, provincia di Caserta. In serata è giunta notizia della positività del tampone effettuato post mortem. Data la positività familiari e stretti conoscenti sono stati posti in quarantena. Da giorni la paziente, cardiopatica e sottoposta ad angioplastica, veniva costantemente monitorata, in seguito alla scoperta di positività al Covid19 di un medico di Santa Maria Capua Vetere, ultrasettantenne risultato positivo, anche lui ricoverato nella stessa clinica di riabilitazione dove si trovava la donna deceduta.

Tutto il personale sanitario era stato messo in quarantena dopo la positività dell’uomo e l’Asl sta monitorando con particolare attenzione la catena di contatti delle persone coinvolte. Attualmente, tra Caserta e provincia sono 16 le persone contagiate a cui si aggiungono l’80enne deceduta ieri e l’uomo di 46 anni di Mondragone morto alcuni giorni fa e che soffriva di patologie pregresse.