La situazione sanitaria a Caserta è ben nota anche prima della pandemia. Ritardi nel fare tampone, nel comunicare i positivi, per questo siamo la provincia più contagiata d’Italia. E’ un sistema sanitario su cui bisogna intervenire assolutamente“, a dichiararlo è Luigi Pellegrino, sindaco del Comune di Parete (CE), ai microfoni di Radio Crc Targato Italia.

“In provincia di Caserta il dato di ieri riporta che il 25% di tamponi è positivo rispetto al 20% della Lombardia e al 14,5% della media nazionale“.

Il primo cittadino di Parete ha in conclusione parlato della riapertura delle scuole in Campania il 24 novembre: “Sono stato tra i primi sindaci contrari alla chiusura delle scuole. La didattica in presenza è fondamentale non solo per la crescita culturale ma anche sociale e relazionale dei bambini. In piena emergenza sanitaria in cui i tamponi ritardano, non c’è assistenza domiciliare, mancano posti letto, aprire ora le scuole è rischioso“.