Conteneva 15 grammi di sostanza stupefacente, il pacco nascosto tra generi alimentari, e destinato ad un carcerato rinchiuso nel penitenziario di Santa Maria Capua Vetere. Lo rende noto l’Osapp. “Nonostante la cronica carenza di personale gli agenti sono riusciti a intercettare la droga, forse destinata addirittura alla vendita– spiegano in una nota Vincenzo Palmieri e Luigi Castaldo, segretario e vice segretario regionale del sindacato della polizia penitenziaria Osapp –. Ancora una volta la Penitenziaria si distingue per le elevate doti professionali e l’alto senso del dovere, evitando destabilizzazioni ed eventi critici all’interno del penitenziario di Santa Maria Capua Vetere“.

Leo Beneduci aggiunge poi che “la sicurezza agli interni degli istituti penitenziari del territorio deriva dalle capacità dei tanti baschi azzurri in prima linea che ogni giorno con spirito di abnegazione e di appartenenza mettono a segno colpi alla criminalità come quello di oggi, ecco perché l’Osapp da tempo chiede più investimenti in risorse umane ed economiche“.