Un attentato è avvenuto la notta scorsa nell’hinterland napoletano, a Casandrino, dove alcuni colpi d’arma da fuoco sono stati esplosi contro l’abitazione di coppia di anziani. All’origine del gesto ci sarebbe il mancato pagamento di un debito, 10mila euro per un carico di sigarette di contrabbando.

L’abitazione presa di mira, però, non sarebbe quella del reale debitore, ma di un nipote della coppia. Un 71enne, identificato grazie ai sistemi di videosorveglianza e anche grazie a dei testimoni, che rivendicava il denaro dal parente della coppia, che abita nell’appartamento accanto, ha sparato due colpi, fortunatamente senza provocare feriti. Un’ogiva è stata trovata dai carabinieri nella camera da letto, l’altra conficcata in un infisso. A casa dell’uomo, che è stato chiuso nel carcere, è stata trovata una pistola Browning semiautomatica calibro 7,65 con matricola abrasa. Era nascosta nello sgabuzzino. Nel caricatore c’erano ancora 3 colpi. Sull’arma saranno eseguiti degli accertamenti balistici.