La compagnia dei carabinieri di Giugliano ha arrestato un extracomunitario di 30 anni residente a Casandrino con l’accusa di violenza sessuale, sequestro di persona e atti persecutori nei confronti di una minorenne di 17 anni, sua connazionale.

Su richiesta della locale procura della Repubblica, il gip del tribunale di Napoli Nord ha emesso il provvedimento nei confronti dell’uomo. I fatti risalgono all’8 ottobre scorso, quando la ragazzina, accompagnata dal padre, ha sporto denuncia presso la stazione dei carabinieri di Grumo Nevano. Costretta a salire su un’auto da più persone, la giovane ha dichiarato di essere stata condotta in un luogo isolato dove ha subito violenza sessuale. L’episodio in questione sarebbe stato solamente l’ultimo atto vessatorio di una lunga serie di persecuzioni e molestie avvenute nell’arco degli ultimi due anni ad opera del medesimo soggetto.