Alla vigilia di Carpisa Yamamay Acquachiara-Mornar Spalato, gara di andata della semifinale di Euro Cup (Scandone, ore 20.30, arbitri l’ungherese Szekely e lo spagnolo Teule) la domanda che si pongono i tifosi biancazzurri è la seguente: quanti gol possono bastare per affrontare con maggiore tranquillità la gara di ritorno, in programma il 4 marzo in Croazia?

Paolo De Crescenzo risponde così: ” Fare calcoli è controproducente, può creare ansie nella squadra. I miei giocatori devono scendere in acqua pensando esclusivamente a giocare, e a giocare bene, con attenzione e concentrazione dal primo all’ultimo minuto. Soltanto così si potrà concludere questa partita con un risultato soddisfacente”.

Un’ulteriore raccomandazione riguarda la presenza dell’ex biancazzurro Kacic tra i pali del Mornar: “Anche se comincia a parare tutto, i miei giocatori non devono innervosirsi. Per vincere questo tipo di partite ci vogliono anche calma, pazienza e lucidità in fase di conclusione”.

Kacic, tuttavia, non è l’unico giocatore del Mornar che può creare problemi all’Acquachiara. Tra i giocatori di movimento la stella è Marinic Kragic, tra i cannonieri più puntuali all’appuntamento con il gol l’ex posillipino Ban e il giapponese Shiga. “Inoltre – aggiunge De Crescenzo – il Mornar possiede centri di grande stazza, questo è un altro punto di forza della squadra spalatina”.

Anche altre referenze del Mornar fanno capire che domani sera la Carpisa Yamamay si troverà di fronte un avversario tosto: Kacic e compagni hanno chiuso al 2° posto il girone preliminare B della Jadranska Liga, il campionato che raggruppa tutte le squadre dell’ex Jugoslavia. Nella seconda fase il Mornar ha disputato finora due incontri, perdendoli entrambi con uno scarto consistente (11-6 in casa della Mladost, 13-9 nella gara interna contro il Radnicki), ma si tratta di formazioni nettamente più forti rispetto a quella spalatina, che – è bene ricordarlo – è arrivata a questa semifinale di Euro Cup eliminando il Savona grazie soprattutto al 10-5 conquistato a Spalato, che i biancorossi di Angelini sono riusciti a recuperare solo in parte nel match di ritorno (8-4).

Paolo De Crescenzo potrà contare  su tutti gli effettivi. Rispetto al derby con la Canottieri Napoli rientrerà in formazione Scotti Galletta, che prenderà il posto di Ferrone.