Con l’avvio della Fase 2 e il graduale ritorno alla normalità molti automobilisti napoletani dovranno rinnovare l’RC auto. La buona notizia, come emerge dall’osservatorio di Facile.it, è che la tariffa media rilevata nella provincia di Napoli sta continuando a calare e dopo un timido -0,36% su base annua rilevato a marzo 2020, aprile ha fatto segnare un record, con un eloquente -11,57%.

La diminuzione ha fatto calare sensibilmente il premio medio della provincia, stabilizzatosi ad aprile 2020 a 864,20 euro; nonostante questo il valore rimane il secondo più alto d’Italia (+86% rispetto alla media nazionale). Le tariffe, inoltre, potrebbero presto aumentare se, come prevedibile, con l’interruzione graduale della quarantena e i nuovi limiti imposti al trasporto pubblico, il numero delle auto in circolazione – e con esso quello dei sinistri – tornerà a crescere

A livello provinciale sono state rilevate riduzioni importanti in tutte le aree della Campania: calo record per la provincia di Salerno (-18,55%), seguita da quelle di Caserta (-15,54%), Napoli (-11,57%) e Avellino (-11,54%). Chiude la graduatoria regionale la provincia di Benevento (-5,59%). In valori assoluti, la provincia Caserta, con un premio medio pari a 872,47 euro, si conferma essere l’area più costosa della regione, Benevento la più economica (586,95 euro).