Circa 150 quintali di carne fresca è stata sequestrata questa mattina dai carabinieri del NAS, in provincia di Salerno. La merce, carne suina importata illegalmente, era stoccata in uno stabilimento di macellazione sprovvista dei requisiti minimi di sicurezza igienico sanitari.  Il maxi sequestro è scattato nell’ambito dell’attività condotta dal Nas nucleo anti sofisticazioni di Salerno, unitamente ai carabinieri del Nil, Nucleo ispettorato del Lavoro, per garantire sicurezza alimentare e tutela del consumatore.

La carne risultava lavorata e manipolata in ambienti non idonei dal punto di vista igienico sanitario, ritenuta quindi pericolosa per la salute dei cittadini. Il valore del provvedimento adottato ammonta a 5 mila  euro a cui si aggiungono 1.500 euro di sanzioni amministrative.