Negli ospedali Cotugno e Monaldi, che sono i maggiori centri in cui si sta fronteggiando l’emergenza Covid-19, non sono arrivati gli attesi presidi di difesa dal contagio, cioè mascherine, camici e disinfettanti. A denunciare la carenza è la Cisl in un comunicato diffuso alla stampa, mentre la Cgil ha scritto al commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” e al direttore generale della “Asl di Salerno” per segnalare la carenza di disinfettanti e mascherine. “Non possiamo consentire“, scrivono Antonio Capezzuto e Pasquale Adesso, segretario generale e provinciale, “che un lavoratore esposto in prima linea diventi esso stesso vittima di contagio, ingenerando un effetto domino che metterebbe in ginocchio i livelli di assistenza“.

Di “situazione preoccupante” tra i medici ha parlato anche il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che a Radio Crc ha detto: “Mano mano si stanno contagiando: abbiamo 6 medici positivi alla Federico II. La situazione rischia di aggravarsi nei prossimi giorni e c’è un evidente che sovraccarico di lavoro per medici, infermieri e personale amministrativo“.

Dalla Regione si fa sapere che il governatore ha chiesto al prefetto di Napoli un impegno straordinario da parte delle forze dell’ordine per garantire il rispetto dell’ordinanza da lui emessa per bloccare il contagio. “Vanno impediti assembramenti che ancora si registrano in tante realtà urbane , e che finiscono per vanificare le misure di rigore prese per non alimentare il contagio. E’ assolutamente necessaria un’azione repressiva nei confronti di comportamenti irresponsabili“. L’ufficio stampa della Regione rende noto, inoltre, che il governatore in mattinata ha avuto un colloquio con il capo di gabinetto del Ministero dell’Interno, Matteo Piantedosi.

Per rispondere ad atti volontari e solidali proposti da associazioni, imprese e cittadini, che sono nella possibilità di effettuare donazioni per l’acquisto di attrezzature utili a fronteggiare l’emergenza, la Regione ha pubblicato il conto intestato alla Regione Campania con IBAN IT38V0306903496100000046030. Si chiede l’accortezza di indicare “COVID-19 DONAZIONE” come causale. Lorenzo Insigne è tra quanti hanno espresso la volontà di fare una donazione economica. L’ammontare delle somme raccolte, le attrezzature ed i dispositivi medici acquistati saranno resi noti nelle comunicazioni istituzionali che la Regione tiene ogni giorno dall’inizio dell’emergenza.