All’alba di oggi la Procura di Napoli nord ha emesso un ordine di fermo per omicidio e tentato omicidio nei confronti di Tony Essobti, 24 anni, nato in Italia da genitori tunisini. L’uomo è accusato di aver ucciso, nel pomeriggio di ieri, il figlio della compagna, un bimbo di 7 anni, e ferito la sorellina di 8, che si trova ora ricoverata all’ospedale Santobono di Napoli con diversi traumi conseguenti alle botte. La piccola non sarebbe in pericolo di vita, illeso fortunatamente il terzo bambino di 4 anni.

Ieri pomeriggio nella casa di via Marconi a Cardito si trovavano Tony Essobti, la compagna di 30 anni e i tre figli di lei. Il 24 enne, in un momento di follia, ha infierito sui piccoli, massacrandoli di botte. Il corpicino privo di vita è stato trovato dalla polizia all’interno dell’abitazione, in seguito alla segnalazione di alcuni vicini di casa, che hanno dato l’allarme dopo aver sentito le urla uscire dall’appartamento.