E’ stato pestato selvaggiamente da un gruppo di persone e si trova in gravi condizioni il carabiniere di 37 anni, effettivo alla stazione di Gragnano intervenuto per sedare una lite. E’ successo intorno alla mezzanotte nel centro di Castellammare di Stabia. Il militare, che si trovava fuori servizio, è stato aggredito e picchiato usando caschi e sedie come armi.

«La rissa è scoppiata per motivi di viabilità – ha spiegato Il colonnello Francesco Novi, comandante del gruppo Torre Annunziata -. Il carabiniere, 30enne in servizio alla stazione di Gragnano, è intervenuto per placare gli animi ma è stato a sua volta aggredito. Prima investito con uno scooter, poi picchiato con caschi, pugni e calci, fino al lancio di un tavolino in alluminio dietro la nuca. Il giovane appuntato è ricoverato in gravi condizioni per un brutto trauma cranico. In osservazione all’ospedale San Leonardo di Castellammare, è vigile e non è in pericolo di vita».

E’ stato colpito gravemente alla testa, ha perso conoscenza e le ferite hanno provocato una seria emorragia. E’ stato soccorso dai tanti testimoni presenti alla scena, mentre gli aggressori sono fuggiti. Trasportato d’urgenza all’ospedale San Leonardo, è stato giudicato guaribile in 25 giorni. Il traffico è rimasto paralizzato e ne sono conseguite difficoltà anche per far arrivare l’ambulanza sul luogo dei soccorsi. Il 118 ha impiegato quasi mezz’ora.