L’appuntamento per i golosi è alle 19 tra le architetture trecentesche e le viuzze del borgo antico dell’isola di Capri, il nuovo “Caffè Manari- La galleria del dolce”. Un tempio della dolcezza, con mignon e macaron perfetti per una pausa golosa ed i classici croissant e brioche per colazione, ma anche proposte per un pranzo leggero o uno spuntino a base di insalata, frutta o yogurt con cereali. La pasticceria del Caffè Manari punta alla qualità partendo da materie prime d’eccellenza, ispirandosi alla pasticceria francese con dolci innovativi e moderni, senza dimenticare la tradizione e le origini campane.


Un ritorno a Capri centro per la famiglia Manari, che fino ai primi anni duemila gestiva un celebre punto di ristoro nella vicina Via Le Botteghe, e che nel 2017 ha inaugurato un bar di successo a via Matermania, nell’area nord est dell’isola dove sorge il monte Tiberio. I fratelli Manari, Giulia, in qualità di direttore, ed Eugenio, Chef Patisserie, supportati da papà Virginio, si lanciano in una nuova sfida, consapevoli delle difficoltà del momento ma con tanta voglia di mettersi in discussione. “Non ci siamo mai fermati – spiega Giulia – per noi è sempre stato importantissimo garantire un servizio tutto l’anno, ci piace pensare al bar come punto di ritrovo di una comunità, che proponga elementi innovativi e al contempo rappresenti un rimando alle nostre radici’’.


Inaugurare una nuova attività in un momento storico simile testimonia il grande coraggio e lo spirito di iniziativa di due giovani imprenditori dell’isola che, supportati dalla famiglia, scommettono sul proprio paese e hanno la forza di reinventarsi e ripartire.