Capodimonte racconta… continua la maratona culturale sul sito istituzionale del museo ricordando le vaccinazioni alla Reggia del 1913
Seconda settimana della rubrica “Capodimonte oggi racconta” ideata dall’ufficio comunicazione del Museo e Real Bosco di Capodimonte come forma di resilienza culturale con il supporto di tutto il personale di Capodimonte e il contributo delle associazioni di sostegno.

Benedetta De Falco, presidente del Premio GreenCare Aps, da sempre al fianco della direzione di Capodimonte nella diffusione dei principi di sostenibilità ambientale, ci riporta alle vaccinazioni alla Reggia del 1913, con l’augurio che la comunità scientifica internazionale riesca a domare presto l’insidioso coronavirus, trovando una cura, se non addirittura un vaccino.

Siamo nel 1913 ed il Colonnello Carlo Campari, Ufficiale d’Ordinanza effettivo di Sua Altezza Reale, Duca D’Aosta, soggiorna con la famiglia reale nella Reggia di Capodimonte. Nelle immagini, in allegato, scattate dallo stesso Colonnello Campari, possiamo vedere affacciati sulla balconata che guarda in direzione della Palazzina dei Principi, un gruppo di persone che mostrano con soddisfazione il segno della puntura della vaccinazione da poco compiuta. Vengono, infatti, vaccinati tutti i residenti nella Reggia di Capodimonte. Tra questi si vedono anche i due giovani principi Amedeo ed Aimone D’Aosta.

http://www.museocapodimonte.beniculturali.it/