Con le feste di fine anno la domanda di spumante italiano è letteralmente schizzata, con circa 68 milioni di tappi di spumante che verranno stappati solo in Italia, in aumento del 3% rispetto allo scorso anno. I dati di Coldiretti evidenziano dati a dir poco strepitosi per le bollicine di casa nostra, con nove italiani su 10 (91%) che per il brindisi di mezzanotte preferiscono brindare Made in Italy.

L’aumento della domanda – sottolinea la Coldiretti – è spinto dall’andamento positivo della produzione, stimato tra il +10 e il +15% rispetto alla vendemmia molto scarsa dello scorso anno.

La qualità, spiega una nota, “resta elevata con una produzione che dovrebbe comunque attestarsi attorno ai 700 milioni di bottiglie con in testa il Prosecco seguito da Asti e Franciacorta”. La stragrande maggioranza dello spumante italiano si beve comunque all’estero con un balzo del 13% del valore delle esportazioni che a fine anno – secondo la Coldiretti – raggiungeranno per la prima volta il record storico annuale delle vendite per un valore superiore a 1,5 miliardi.

Ed è proprio lo spumante italiano a fare la parte del leone nel record storico per il Made in Italy alimentare sulle tavole delle festività di tutto il mondo. L’export di vini, spumanti, panettoni, formaggi, salumi ma anche caviale Made in Italy solo per il periodo di Natale supera i 3,4 miliardi di euro, in aumento dell’1%. Ad aumentare – sottolinea la Coldiretti – è il valore delle esportazioni di tutti i prodotti più tipici del Natale, dallo spumante al caviale, dai tortellini e cappelletti fino ai dolci e panettoni e alle grappe e acquaviti, ma crescono anche i tutti i vini, i salumi e i formaggi. “Il record fatto segnare sulle tavole del Natale straniere è significativo delle grandi potenzialità che ha l’agroalimentare italiano che traina la ripresa dell’intero Made in Italy”, ha affermato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini.

A proposito dell'autore

Crema e Amarena

Amo viaggiare sono appassionata di arte, musica, scrittura, libri e ovviamente di fornelli! Mi chiamo Barbara vivo in Oltrepo Pavese, terra dalla forte vocazione enogastronomica e dalla forma a grappolo d'uva, dove la buona cucina e il piacere del vino allietano i palati. Da bimba la mia stanza dei giochi era la cucina di nonna Franca, che mi ha trasmesso la passione per pentole e ricette. E’ da lì che tutto ebbe inizio. Così da sempre cucino per hobby e con passione e comunico per professione, sono giornalista freelance e amo scrivere e raccontare le ricette che realizzo. Dalla passione per i fornelli è nato Crema&Amarena, la mia cucina ‘’social’’ dove creo e condivido le emozioni di un buon piatto con il pubblico del web. Crema&Amarena lo trovi su Facebook e Instagram e sul canale Youtube dedicato. Se vorrai inviarmi la tua ricetta, la prima domenica di ogni mese ne pubblicherò una scelta tra quelle ricevute, realizzerò un video che vedrai pubblicato sul sito di Napoliflash24 con il nome della lettrice. L’indirizzo a cui mandarla è il seguente: crema.amarena75@gmail.com. Sei pronta? Let’s cook together!

Post correlati