Ogni promessa è debito.

E così, dopo aver prospettato un possibile irrigidimento delle misure anti-Coronavirus in caso di un incremento dei contagi, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, passa all’azione, con una nuova ordinanza, emessa pochi minuti fa, sulle nuove misure atte a contenere la diffusione dei contagi.

Il “pezzo forte” del documento appena firmato è sicuramente il punto relativo alla sospensione delle attività didattiche in presenzanelle scuole primarie e secondarie, dal 16 al 30 ottobre, ma non mancano altre disposizioni, che vanno ad integrare quelle contenute nella precedente ordinanza:

– Sono sospese le attività didattiche e di verifica in presenza nelle Università, fatta eccezione per quelle relative agli studenti del primo anno.

Sono vietate le feste, anche conseguenti a cerimonie, civili o religiose, in luoghi pubblici, aperti pubblico e privati, al chiuso o all’aperto, con invitati estranei al nucleo familiare convivente.

Sono sospese le attività di circoli ludici e ricreativi.

– E’ fatta raccomandazione agli Enti e Uffici competenti di differenziare gli orari di servizio giornaliero del personale in presenza.

– A tutti gli esercizi di ristorazione è fatto divieto di vendita con asporto dalle ore 21. Resta consentito il delivery senza limiti di orario.

Ci dovremo aspettare nuove ordinanze, con ulteriori misure restrittive?

Sarà l’andamento dei contagi a deciderlo.