Antonio, Pasquale e Carmine Zagaria e le rispettive mogli, sono finite nel mirino dei pm di Napoli. Nei confronti dei tre fratelli del boss dei casalesi Michele Zagaria, è stato disposto il sequestro preventivo di beni per un valore complessivo di 3 milioni di euro. Tra questi risultano esserci una lussuosa villa a Casapesenna di proprietà di Antonio Zagaria e della moglie Patrizia Martino, destinataria di un divieto di dimora nel Comune di Casapesenna in quanto indagata per il delitto di ricettazione.

C’è poi una seconda lussuosa villa con pertinenze, di proprietà di Pasquale Zagaria e della moglie Francesca Linetti, sottoposta anche lei alla misura cautelare del divieto di dimora a Casapesenna per ricettazione. Infine c’è un negozio di abbigliamento, di proprietà di Carmine Zagaria e formalmente intestato alla moglie Tiziana Piccolo, per la quale pure è scattato il divieto di dimora a Casapesenna per ricettazione. L’ex ‘primula rossa’ Michele Zagaria e’ detenuto nel regime del 41 bis nel carcere dell’Aquila. Detenuti per associazione a delinquere di stampo mafioso anche le sorelle Beatrice ed Elvira, e i fratelli Pasquale e Antonio.