Una vasta operazione contro i clan camorristici attivi tra Napoli e Caserta, è stata condotta questa mattina dai carabinieri del Comando Provinciale di Napoli. Gli arresti, 17 in tutto di cui 3 ai domiciliari, un obbligo e un divieto di dimora a Castellammare, sono scattati tra Castellammare di Stabia, Napoli, Roma, Pompei, Santa Maria La Carità, Quarto e Castel Volturno. I destinatari del provvedimento cautelare sono accusati, a vario titolo, dalla DDA, di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi clandestine, anche da guerra, con relativo munizionamento e ricettazione.
   

L’operazione ha consentito di sgominare un clan emergente, una sorta di terzo polo della criminalità – guidato da Raffaele Polito e Silverio Onorato – dedito al traffico e allo spaccio di droga (cocaina, hashish e marijuana che veniva acquistata da fornitori locali ma anche In Puglia e nel Casertano), operante nel territorio di Castellammare di Stabia, nello specifico nel rione Moscarella, con ramificazioni anche in altre zone della Campania.