Esiste una necessità delle organizzazioni criminali di infiltrare pesantemente i Comuni”: lo ha detto il prefetto di Napoli, Marco Valentini, in audizione in commissione parlamentare Antimafia. “Da quando esiste la possibilità di sciogliere gli enti locali nell’area metropolitana di Napoli sono stati emanati 58 decreti di scioglimento che hanno riguardato 42 Comuni. Ben 10 Comuni sono stati sciolti due volte e – ha spiegato il prefetto – tre Comuni tre volte. Nove volte la magistratura ha annullato i provvedimenti di scioglimento adottati”.

“Al 19 settembre, prima delle elezioni, avevamo cinque Comuni sciolti per mafia nell’area metropolitana di Napoli, tre di questi sono tornati al voto, due continuano a essere sciolti, il Comune di Arzano e il Comune di Sant’Antimo”, ha concluso Valentini.