Mentre sembra allontanarsi la probabilità che il 30 giugno prossimo, data di scadenza del contratto, Dries Mertens possa lasciare la maglia del Napoli, ieri in diretta su Napoliflash24 l’assessore Ciro Borriello si è detto pronto a conferire al giocatore la cittadinanza onoraria. ‘’Sta montando molto questa notizia, Mertens è un grande campione che ha infranto ogni record di segnature e che fa tanto per Napoli – ha detto l’assessore -. Non lo conosco personalmente, ma ho letto molto sulla sua generosità. Ha donato la sua maglia al ragazzino bullizzato, è stato il primo a prendere un’iniziativa importante dopo quell’episodio. Mertens la cittadinanza onoraria se la merita, soprattutto perchè ha detto ‘‘io mi voglio chiamare Ciro’’ ’’.

Il debutto al San Paolo è stato incredibile, i tifosi mi hanno accolto bene e mi sono sentito alla grande. Mi hanno fatto sentire orgoglioso di far parte di questa squadra’’: ha risposto così ad alcuni tifosi via social Stanislav Lobotka, ricordando il suo debutto il 21 gennaio scorso nel match contro la Lazio in Coppa Italia. Da allora sono passati quattro mesi e il centrocampista slovacco non vede l’ora di tornare in campo, per dimostrare tutta la sua tecnica: “Ho visto subito – racconta – che in Italia le squadre sono più difensive rispetto alla Liga spagnola, si coprono per poi sfruttare le ripartenze. In Spagna c’è più libertà. E’ difficile da dire chi tra i giocatori mi ha impressionato di più, perché sono tutti ottimi giocatori, ma se devo fare qualche nome forse dico Mertens, Insigne, Zielinski e Fabian Ruiz”.