NAPOLI-Ore 21,00. Sala gremita. Tante le risate. Un ritorno, o forse, un viaggio in un ambiente, in un clima nuovo, curioso: quello a cavallo degli anni ’20. Il teatro “Il Primo” (Via Capricorno, 4), nel cuore dei Colli Aminei, ha ospitato nella serata di ieri, e in replica fino a domenica,  “La Petite Revue (La Piccola Rivista)”, presentato da Burlesque Cabaret Napoli. Loro sono Fanny D’Amour, Roby Roger, Candy Bloom, Sery Page e la special guest Rita Lynch. Cinque ragazze, un ensemble che nasce tra il napoletano e il basso Lazio, che hanno trasportato e coinvolto il pubblico alternando momenti di comicità e di ironia a sensuali danze e streaptease che hanno regalato sorrisi e partecipazione da parte del pubblico. D’altronde la “maitresse” Fanny Damour, fin dall’inizio è stata chiara con il suo invito a creare quel clima e partecipazione “caciaro”. Un palco tenuto alla meglio. Streapetease sensuali esotici, della New York d’inizio secolo, di quelli improvvisati, giochi di magia. Gradevole è stato il coinvolgimento simpatico di chi siedeva tra le file. Un burlseque tutto campano che ha dato la possibilità di far conoscere un modo di fare spettacolo, un mondo che oggi come oggi si conosce ben poco. Un mondo “dominato dalle donne”in tutte le loro sfaccetatture, al di la dei canoni, seguendo la liena del “saper fare”. E lo è stato. Con piacere.

A proposito dell'autore

Post correlati