Dalla penna prolifica del Basile è nato un universo animato da
principesse e fate, come Cenerentola, che hanno fatto sognare tante generazioni. Il talento letterario nato a Giugliano e famoso anche all’estero, compie gli anni e l’Amministrazione Comunale gli tributa un omaggio in attesa di poter ritornare agli eventi in presenza.

Lo fa con un video in cui viene raccontata la fiaba La Pulce” da Lo cunto de li cunti”, grazie alla partecipazione di altri talenti di Giugliano: Teresa Barretta, attrice (voce narrante), volto noto delle rappresentazioni teatrali del Basile; Massimo Cacciapuoti, scrittore, che presta la voce al Re; e Gennaro Tesone, musicista e fondatore degli Almamegretta, che dà voce all’Orco.

Un modo per ricordare ai nostri giovani che passeggiando lungo il corso Campano, si ritrovano a ripercorrere le stesse strade battute da Giambattista Basile, autore de Lo cunto de li cunti, nato a Giugliano nel 1566, l’autore di fiabe al quale si sono ispirati i più celebri fratelli Grimm e Andersen”, dice il sindaco Nicola Pirozzi. 

Proprio quelle strade che il Basile osservava, magari traendo
ispirazione per i suoi scritti, affacciandosi dalle finestre del palazzo dei duchi Pinelli di Acerenza, sede del suo ufficio da governatore della città e che oggi è meglio conosciuto come palazzo Palumbo, sede di una mostra interattiva a lui dedicata. Basile è stato battezzato nella chiesa di San Nicola; mentre alla sua morte, nel 1632, è stato sepolto nella chiesa di piazza Matteotti. Progettazione e realizzazione del video non hanno comportato costi per le casse comunali.