Know how napoletano per le imprese aeronautiche della Romania. Ha fatto tappa allo stabilimento Atitech di Capodichino, una delegazione rumena composta da Stefan Radu Oprea, ministro dell’Ambiente d’Affari, Commercio e imprenditoria, Dan Manoliu, senatore del Partito Social Democratico, Rares Cristea e Stefan Ceachir di Ascentia, società rumena di assistenza alle imprese. Ad accoglierli il presidente di Atitech Gianni Lettieri.

Obiettivi della visita: “studiare” da vicino aziende leader campane, valutare la possibilità di partnership commerciali per attrarre investimenti nel Paese dell’Est Europa e avviare lo sviluppo di nuovi poli industriali nel settore della manutenzione aeronautica e del trasporto aereo sugli hub che il governo rumeno intende implementare. “Ma c’è un altro obiettivo che sta molto a cuore al ministro rumeno – riferisce Lettieri -: fermare la fuga dei cervelli, formando e trattenendo in patria tecnici e ingegneri specializzati per evitare che vadano all’estero, soprattutto in Francia, come accade oggi. Risultato che si potrebbe raggiungere portando soggetti industriali e competenze in Romania per consentire il trasferimento di tecnologie e know how, garantendo contestualmente anche la possibilità di nuovi business per le aziende italiane”.

A organizzare l’incontro sono state le società Ascentia e l’italiana Eloop, che si occupa di consulenza nel settore dell’economia circolare e dello sviluppo sostenibile, rappresentata oggi dai soci Roberto Chirone e Lucio Pessolano Filos.

Il ministro Oprea ha incontrato anche una delegazione di accademici della Facoltà di Ingegneria della Federico II e del Cnr di Napoli per valutare la possibilità di collaborazioni tra Istituzioni universitarie italiane e rumene.