È una importante occasione per presentare le eccellenze turistiche e culturali della Campania. Siamo orgogliosi di aver registrato la grande attenzione da parte dell’Europa per l’intera Campania. Abbiamo registrato flussi turistici in aumento, dati che ci incoraggiano a proseguire nel lavoro avviato. In Campania abbiamo tutto per essere protagonisti in questo settore” così si esprime l’Assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo Corrado Matera in merito alla partecipazione della regione Campania al BIT Borsa Internazionale del Turismo, nel quartiere espositivo milanese di Fieramilanocity e MiCo edizione 2020.

La fiera internazionale – che ospita operatori turistici di tutto il mondo, tanti visitatori, appassionati di viaggi, oltre agli organi di stampa nazionali e internazionali – rappresenta una grande vetrina per mettere in mostra le ricchezze artistiche e culturali di una regione. Quest’anno la Campania ha allargato la propria esposizione aggiungendo percorsi di Enogastronomia, Wedding e Digital, su un’area due volte più grande rispetto a quella dello scorso anno. A confermare il grande appeal della regione in ambito turistico, i dati del rapporto annuale Iriss-Cnr presentato all’apertura della Bit: la Campania registra i valori assoluti più alti tra le regioni meridionali e insulari, con circa 6 milioni di arrivi e 21,6 milioni di presenze.

Da registrare anche la presenza della città di Napoli nella persona dell’Assessora alla cultura e al turismo Eleonora De Majo, che nello stand del capoluogo campano ha ospitato lo street artist Jorit. Proprio l’artista napoletano ha lavorato alla tela raffigurante il volto del Giordano Bruno di Gian Maria Volontè in estemporanea, calamitando l’attenzione di migliaia di visitatori che hanno reso lo stand napoletano quello più fotografato. A lavoro ultimato, l’Assessora De Majo ha poi voluto omaggiare la città di Milano consegnando la tela alla sua omonima Roberta Guarnieri, che ha accolto entusiasticamente il dono, destinato ad essere esposto e custodito a Palazzo Marino durante il Maggio dei Monumenti. “Con quest’opera Napoli sarà promossa in Italia e all’estero in maniera non convenzionale raccontando la vita, la creatività urbana che l’attraversa, le donne e gli uomini che ogni giorno lavorano instancabilmente per renderla migliore. Lo stand innovativo proposto quest’anno e il successo riscontrato ci raccontano di una città pronta a proporsi come una vera capitale europea della cultura lontana dall’oleografia tradizionale che da sola non basta più a rappresentarla” ha dichiarato l’Assessora de Majo, cha colto l’occasione per presentare anche il tema del Maggio dei Monumenti 2020 suscitando entusiasmo e interesse: “Giordano Bruno 2020, la visione contro la catastrofe”.