A partire da ieri, tutti gli studenti universitari che abbiano reddito ISEE (certificazione rilasciata dall’INPS per l’anno 2019) non superiore ai 13mila euro, possono fare richiesta del bonus regionale di 250 euro. La misura, che prevede una dotazione di 10 milioni di euro ed è interamente finanziata con le risorse del Fondo Sociale di Corsione – FSC 2014/2020, fa parte del cosiddetto piano socio-economico varato dalla regione Campania; servirà a coprire i costi connessi all’acquisto di strumenti utili allo svolgimento della didattica a distanza, resasi necessaria all’indomani del lockdown. L’Avviso pubblico, è consultabile sul sito dell’Adisurc (Azienda per il Diritto allo Studio della Regione Campania). La domanda va compilata esclusivamente per via telematica, accedendo alla sezione Servizi online.

Come riferito dall’Adisurc – “La scadenza (per la presentazione della richiesta ndr) è fissata alle ore 12:00 del giorno 17 luglio 2020. L’istruttoria delle domande e l’erogazione del contributo non avverranno in ordine di acquisizione delle domande. Gli studenti interessati, pertanto, sono invitati a leggere attentamente l’avviso prima di procedere alla compilazione della domanda, per la quale possono procede nei successivi 60 giorni“.

Qualora dovessero servire maggiori informazioni – o assistenza per la compilazione della domanda – bisognerà fare riferimento ai seguenti contatti:
• borsecra1@adisurcampania.it per gli atenei/istituti AFAM aventi sede nel Comune di Napoli;
• borsecra2@adisurcampania.it per gli atenei/istituti AFAM aventi sede nelle Province di Avellino, Benevento e Salerno;
• borsevanvitelli@adisurcampania.it per l’Università Vanvitelli.

Qui, il link per le domande frequenti: https://www.adisurcampania.it/moduli/downloadFile.php?file=oggetto_notizie/201391518560O__OFAQ.pdf

Inoltre, dei 10 milioni stanziati, 270mila euro saranno destinati agli studenti assegnatari extra bando di residenze Adisurc – manterranno lo status di “fuori sede” anche coloro che non hanno alloggiato per il tempo stabilito – causa emergenza Covid-19.

Alla Regione si lavora senza sosta anche nel weekend per fare arrivare soldi alle famiglie più velocemente possibile. Per tutte queste misure abbiamo utilizzato il parametro del reddito Isee per identificare con maggiore rapidità le persone più bisognose. Noi ci siamo e aiutare i più fragili è il modo concreto delle istituzioni di stare vicini ai cittadini” dichiara Lucia Fortini, Assessore all’Istruzione, Politiche Giovanili e Sociali della Regione Campania.