Bollicine? Festa!
Champagne? Lusso.
Due luoghi comuni sugli spumanti ancora abbastanza diffusi; in realtà si tratta semplicemente di vini, spesso ottimi, con caratteristiche particolari e quindi con una peculiare abbinabilità.
Dalla Champagne provengono sicuramente i vini più famosi, nonché i più costosi di questa categoria, ed è proprio su questa regione che si focalizza, in gran parte, l’evento organizzato dal Club Excellence.
Ma… cos’è il Club Excellence?
È l’Associazione che raggruppa tredici tra i maggiori importatori e distributori italiani di vini e distillati.
Fondato nel 2012 e presieduto da Massimo Sagna, nel 2016 è diventato società cooperativa rafforzando la sua struttura e proponendosi anche come organizzatore di eventi di notevole portata. Tra questi Catwalk Champagne, che da anni è la giornata conclusiva del Merano Wine Festival; Modena Champagne Experience, dal 2017 la più grande manifestazione italiana sullo champagne, e lo scorso anno, sempre a Modena, anche “Loira & Co.“, dedicato a vini e distillati provenienti da Valle della Loira, Alsazia e Francia del Nord. In quest’ultima occasione è stato inaugurato il marchio “Eventi Club X“.
Il primo evento di quest’anno, che è anche in assoluto il primo Evento Club X organizzato nel Centro-Sud, si svolgerà a Napoli, in realtà nei padiglioni ottocenteschi del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, lunedì 25 marzo dalle 10,30 alle 19. Si intitola “Sud & Champagne” e riunirà produttori del Sud Italia e, appunto, della Champagne per un totale di circa cinquanta aziende.
Le maison produttrici di champagne presenti saranno ventidue. Ecco quali sono: Thiénot, Pascal Doquet, Paul Bara, Bonnaire, Bruno Paillard, Henri Giraud, Ayala, Marguet, Jacquesson, de Venoge, Erick Schreiber, Pierre Legras, Pannier, Encry, Louis Roederer, Françoise Bedel, De Sousa, Fleury, Larmandier-Bernier, Palmer & Co, R&L Legras, Colin.
Nomi, quindi, di grande prestigio che proporranno in totale poco meno di un centinaio di etichette.
Assolutamente di rilievo anche la partecipazione italiana: per brevità non riporto l’elenco delle nostre aziende perché facilmente reperibile sul sito della manifestazione.
Aspetto fondamentale sarà la presenza ai banchi d’assaggio
di numerosi produttori (tutti gli italiani ma anche parecchi francesi) che incontreranno appassionati e operatori del settore, questi ultimi principali destinatari dell’iniziativa.
Un’occasione, quindi, sicuramente meritevole di grande attenzione.