Dodici gli arresti ai danni del clan capeggiato da Vincenzo D’Alterio, Giuseppe Ciccarelli e Giuliano Pianese, operativo nel territorio di Giugliano, in provincia di Napoli e 8 milioni di euro il valore degli immobili sequestrati. L’operazione è stata condotta dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Roma attraverso intercettazioni telefoniche, ambientali e telematiche, videosorveglianza occulta, accertamenti patrimoniali e bancari. Il Gip del Tribunale di Napoli ha poi emesso l’ordinanza di custodia cautelare.
Tra i reati contestati: associazione di stampo mafioso, estorsione, truffa, ricettazione, violenza privata, minaccia, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e false dichiarazioni o attestazioni in atti destinati all’autorità giudiziaria, turbativa d’asta.
Tra gli atti anche una documentazione per false attestazioni redatte da medici psichiatri, in servizio presso il Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl Napoli 2 Nord.
Assunta Lutricuso