Nella sua omelia monsignor Giuseppe Giudice, vescovo di Nocera, ha invitato tutti a chiedere perdono alla piccola Jolanda, bimba di otto mesi deceduta nella notte tra venerdì e sabato nell’Agro Nocerino Sarnese. Stamane è stato il vescovo di Nocera Inferiore-Sarno a celebrare questa mattina nella cappella del cimitero di Pagani i funerali della piccola.”Come vescovo invito al silenzio, che non è omertà, non è paura”, ha detto dal pulpito monsignor Giudice rivolgendosi ai fedeli e ai familiari che hanno partecipato al rito funebre.Preseti alle esequie anche i sindaci di Sant’Egidio del Monte Albino e di Pagani, Nunzio Carpentieri e Alberico Gambino.
Alla funzione, svolta in forma strettamente privata, era presente anche Imma la mamma della bimba, indagata per la morte insieme al padre, Giuseppe Passariello, che da domenica sera è in carcere a Salerno con l’accusa di omicidio volontario aggravato e che domani sarà in aula per l’udienza di convalida dell’arresto. “Chiediamo perdono a questa piccola – il monito di Giudice – perché forse siamo stati distratti, forse non siamo stati attenti, forse c’è mancato lo sguardo per comprendere la realtà. Ti chiediamo perdono, piccola. Insegnaci tu a riscoprire il valore della vita, della convivenza”.