Bill-Gates

Bill Gates, fondatore Microsoft

Molti risultati sono stati raggiunti nella lotta alla mortalità infantile nelle aree di sviluppo e dove la povertà dilaga ancora, si pensi che nel nel 1990 1 bambino su 10 moriva prima di compiere 5 anni, mentre oggi si è dimezzata con 1 decesso infantile su 20, ma non è ancora abbastanza.

Il fondatore della Microsoft e filantropo Bill Gates insieme alla sua associazione coordinata insieme alla moglie Melinda pensano di poter dare di più. L’approccio iniziale infatti sarà quello di instaurare dei centri di monitoraggio per analizzare le cause delle malattie, in particolare dove e con quanta frequenza esse attaccano i bambini, soprattutto in fase neonatale; si chiamano infatti CHAMPS, acronimo di Child Health and Mortality Prevention Surveillance Network e il costo iniziale sarà di circa 75 milioni di dollari.

“Il mondo ha bisogno di  un approccio migliore, occorrono i dati della pubblica sanità più tempestivi non solo in caso della prossima epidemia, ma per salvare la vita dei bambini ora” – così ha dichiarato Gates all’annuncio del progetto.

Inizialmente saranno costruite 6 postazioni dislocate nelle aree sub sahariane e in Asia, ma Gates vorrebbe espanderle a 20 nei paesi dove la mortalità infantile è più alta, inoltre i centri di monitoraggio assicureranno una corretta somministrazione dei vaccini.

A proposito dell'autore

Naples, Italy
Google+

Diplomato presso un liceo scientifico e laureando in scienze della comunicazione, mi occupo di scrivere articoli scientifici, condurre podcast radiofonici, organizzare gruppi di persone per il conseguimento di progetti, fare da relatore su tematiche come Open Source e tecnologie positive per la società umana, ho realizzato una stampante 3D ed ora mi occupo di elaborare per conto di altri campagne di crowdfunding e mi sto specializzando nel settore dell'E-Learning.

Post correlati