Un commercialista di Benevento si è impegnato la casa per finanziare la ricerca sulla Sla. Lorenzo Capossela questo il suo nome, è principale finanziatore privato del progetto del Centro esperto Sla dell’azienda ospedaliero-universitaria di Novara, diretto dalla dottoressa Letizia Mazzini che ha dichiarato “Senza l’aiuto della Fondazione e di questa persona non avremmo potuto dare il via al progetto’’.  Capossela, ha quindi fondato a Benevento la ‘Get Out Onlus’ per devolvere le cifre raccolte. Questa commovente storia è emersa nel corso di un incontro della Fondazione Banca Popolare di Novara, che ha confermato il suo finanziamento, 150 mila euro, al Centro esperto Sla dell’azienda ospedaliera-universitaria di Novara.

Brevettata da un’azienda statunitense per alcune patologie neurodegenerative, la biomolecola RNS60 non era mai stata testata sulla Sla e ora, grazie a questo generoso beneventano, potrebbe aprirsi una nuova frontiera per i malati che si curano presso il centro. I pazienti coinvolti attualmente nella sperimentazione sono 140. ‘’La prima fase si è conclusa positivamente: la biomolecola RNS60 non crea alcun problema – spiega poi Letizia Mazzini –. La seconda, sulla sua efficacia, è in fase di completamento e nei prossimi mesi potremo esprimerci su dati precisi. Al momento possiamo solo dire che i pazienti cui è stata somministrata sono più che soddisfatti”.