Non si è sottratto all’abbraccio degli allievi delle scuole e dei cittadini sanniti, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il capo dello Stato questa mattina è arrivato in città accolto dal tricolore che sventolava ovunque.  

Prima della cerimonia di apertura dell’anno accademico, il Presidente Mattarella, insieme al sindaco Clemente Mastella, si è trattenuto in centro a Benevento per una breve visita. Quindi ha raggiunto l’auditorium Sant’Agostino, per l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università del Sannio e si è intrattenuto presso il Museo del Sannio con il presidente della  Provincia, Antonio Di Maria.

“In riferimento alla pseudo-cultura dell’odio e dell’intolleranza la risposta è qui – ha detto Mattarella nel suo discorso – in questo ateneo e nelle altre università. In un momento in cui il mondo è attraversato da incertezze che si rinnovano spesso e che ora sono allarmanti, la risposta a queste distorsioni risiede nella cultura e nei messaggi che i nostri atenei sono in grado di dare”.

Non sono mancate, in piazza Castello, dei lavoratori dello Stir di Casalduni, per l’annosa vertenza nel ciclo dei rifiuti che vede coinvolti 51 dipendenti, e i cittadini della via Appia, dopo l’ultimo incidente mortale che ha visto coinvolto un 48enne di Montesarchio.

Presente anche padre Albert, il parroco della Chiesa di Tufara Valle, il quale ha nuovamente messo al centro dell’attenzione il grave pericolo dell’incolumità di tutti i cittadini: “E’ una tragedia che ha colpito noi tutti. Cerchiamo di interpellare tutti per mettere la strada in sicurezza. Occorre trovare una soluzione nell’immediato“.