Il Centro di Formazione “La Gioiosa” festeggia la Befana in piazza del Plebiscito dalle ore 10.00.

Il dottor Riccardo Rodolico, medico e la sua equipe, gli infermieri Carlo e Giovanni, invita tutti alla dimostrazione gratuita delle manovre di disostruzione delle vie aeree.

Sono tecniche che permettono di intervenire tempestivamente, salvando una vita. Basti ricordare che, una volta chiamata, l’ambulanza impiega mediamente mezz’ora per raggiungere il luogo in cui c’è la persona da soccorrere.

Come dimostra l’esperienza di Maria Di Fiore, istruttrice e madre, che alcuni anni fa ha salvato la vita di suo figlio grazie a queste manovre. Anche lei sarà in piazza a dare la sua testimonianza.

I bambini sono i soggetti più esposti al rischio di ostruzione delle vie aeree, soprattutto nei primi anni di vita, quando le vie aeree sono in una fase di sviluppo e il bambino scopre il mondo principalmente portando alla bocca ciò che afferra.

Secondo la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, il rischio principale è rappresentato da alimenti. Quasi la metà degli incidenti si verificano sotto il loro controllo, tant’è che per il Ministero della Salute c’è una scarsa conoscenza del problema del soffocamento da cibo. Dati ufficiali dicono che in Europa ogni anno muoiono 500 bambini, in Italia avvengono 1000 ospedalizzazioni all’anno, a fronte di 80000 episodi stimati ogni anno. A prescindere dall’età la media è di un morto a settimana.

La Befana quest’anno arriva a Napoli con dolci notizie di speranza per adulti e bambini. Tutti siamo chiamati a sapere come intervenire con semplici gesti, perché purtroppo i dati ci dicono che c’è la possibilità concreta di un evento che può rivelarsi mortale.