L’Accademia di Recitazione del Teatro Bellini, nata nel 1988 per volontà di Tato Russo e affermatasi come una delle più importanti realtà italiane nel settore della formazione dell’attore, nel 2016 ha chiuso il suo suo nono triennio di studi.
Dalla sua fondazione, la direzione di ciascun ciclo triennale è stato affidata a un Maestro del Teatro; tra gli altri, è stata diretta da Franco Carmelo Greco, Claudio Vicentini, Livio Galassi, Alvaro Piccardi, Luciano Melchionna e Danio Manfredini, sempre coadiuvati da una vasta schiera di docenti, individuati fra le eccellenze del territorio nazionale.

La qualità dell’insegnamento dell’Accademia e lo stretto rapporto vissuto dagli allievi con la vivacissima realtà produttiva del Teatro Bellini ha favorito, nel corso degli anni, l’inserimento nel mondo professionale, teatrale e cinematografico, di un consistente numero di attori diplomatisi qui.

La partecipazione all’Accademia del Teatro Bellini è sempre stata a titolo gratuito.

Lo stretto rapporto vissuto dagli allievi con la vivacissima realtà produttiva del Teatro Bellini ha favorito nel corso degli anni l’inserimento di un notevolissimo numero di attori nel mondo professionale del teatro e del cinema.

Oggi, dopo ventisette anni di ininterrotta attività legata alla formazione di attori, realizzata a titolo totalmente gratuito (unico caso in Italia), e alla luce degli ottimi risultati raccolti nel tempo dai numerosissimi allievi diplomati presso di noi, frutto del lavoro meticoloso dei direttori, degli insegnanti e dei pedagoghi di comprovata qualità artistica e di fama nazionale che si sono alternati in questi anni, non intendiamo far morire questa nostra attività che rappresenta un valore aggiunto per la nostra città.

Alla luce, però, dell’innegabile cambiamento in atto nel sistema teatrale italiano, abbiamo studiato una nuova formula che fonde l’attività didattica con la pratica, un’accademia che non guardi più esclusivamente al mestiere dell’attore ma a tutte le professioni legate al comparto teatrale, (e più in generale alle arti performative) rivedendone completamente l’attività didattica, i suoi scopi, la sua funzione, le sue finalità, denominata Bellini Teatro Factory.

AMMISSIONE, FREQUENZA E DESCRIZIONE DEI CORSI

L’ammissione alla Bellini Teatro Factory è regolata dal presente bando di concorso.

I Candidati sono selezionati in fasi successive con il criterio dell’eccellenza.

Alle selezioni possono partecipare cittadini italiani e stranieri – che conoscano perfettamente la lingua italiana –  di età compresa fra i 18 e i 30 anni compiuti.

Condizione per l’ammissibilità è il possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado (Maturità) o altro titolo straniero equipollente.

La frequenza è obbligatoria.

Ogni allievo deve considerarsi, nell’arco del percorso formativo, a disposizione per tutte le attività, ordinarie e straordinarie, sia didattiche che di spettacolo e di laboratorio.

Dieci assenze ingiustificate nel corso di un anno accademico comportano l’esclusione definitiva dalla scuola.

Le prime selezioni si svolgeranno a dicembre 2016. All’esito delle selezioni, verranno scelti i ragazzi che accederanno alla partecipazione di un laboratorio di 10 giorni che avrà luogo a metà febbraio, al termine del quale saranno selezionati 10 allievi attori, 2 allievi registi e 2 allievi drammaturghi, che accederanno al percorso triennale.

L’attività didattico-laboratoriale è prevista dalle ore 10.30 alle ore 17.30 dal lunedì al venerdì.

Il ciclo dura tre anni e prevede l’obbligo di frequenza e di partecipazione a tutte le attività formative, di ricerca e di spettacolo programmate dalla Factory.

L’attività formativa della Bellini Teatro Factory inizierà nel mese di febbraio 2017, il primo anno terminerà il 15 dicembre 2017.

Dal 14 luglio al 4 settembre 2017 è previsto un periodo di sospensione delle attività.

Ore lavorative primo anno: 880.

Per chi volesse saperne di più, clicca qui il bando di concorso completo e la domanda di ammissione: http://www.teatrobellini.it/accademia

bando-bellini-teatro-factory