La Guardia di Finanza ha notificato a Paolo Iannelli, noto ortopedico napoletano, una misura cautelare agli arresti domiciliari per bancarotta fraudolenta. False fatture, mazzette sulle protesi ortopediche, persino conti correnti intestati ai morti per ripulire il denaro incassato in nero, sono i reati contestati al medico.

Le fiamme gialle hanno sequestrato anche nella società “Il Muletto” beni per 4,8 milioni di euro riconducibili all’ex primario del Cardarelli, condannato in primo grado a 9 anni di reclusione. Per gli inquirenti Iannelli, amministratore di fatto della società “Casa del Sole”, proprietaria della clinica privata Villa del Sole di Napoli, avrebbe fatto confluire il denaro versato dai pazienti di quella clinica su conti correnti intestati a persone a lui riconducibili, una delle quali deceduta prima che conto fosse aperto, favorendone il fallimento.

A poco meno di un anno dalla condanna a 9 anni per associazione finalizzata alla concussione, misura restrittiva dunque per il notissimo ortopedico napoletano Paolo Iannelli.