Palazzo Fuga o anche Albergo dei Poveri, è una delle più grandi opere architettoniche d’Europa. Costruito nel 1751, fu progettato da Ferdinando Fuga con lo scopo di accogliere la popolazione povera del Regno delle Due Sicilie. Nonostante il suo primato in Europa, Palazzo Fuga è rimasto senza un particolare scopo e inutilizzato. A cercar di valorizzare questa costruzione, si impegna Nicola Perna, commercialista e presidente dell’Associazione dei Vigili del Fuoco Carlo La Catena.

“Valorizzare il Palazzo Fuga significherebbe valorizzare un’intera città. La sua è una posizione strategica, da Piazza Carlo III si può raggiungere l’aeroporto, la stazione ferroviaria, il centro storico di Napoli” dichiara Perna. “L’idea sarebbe quella di guidare il turista, con un percorso dal Borgo Sant’Antonio Abate, uno dei primi incontrati partendo dalla stazione fino al Palazzo Fuga. Lì troverebbe gran parte della storia di Napoli: musei dedicati alla storia del teatro e alle grandi icone napoletane che vi hanno contribuito, laboratori di artigianato che già ai tempi dei Borboni erano situati in questa zona della città” prosegue.

L’idea, quindi, sarebbe di un centro commerciale naturale che partirebbe da Borgo Sant’Antonio inglobando Corso Garibaldi e via Arenaccia. “Inoltre ci sarebbe la presenza di un polo di studio e ricerca per la conservazione e il restauro dei beni culturali che non tratterebbe solo del patrimonio culturale della città ma di quello internazionale” afferma il presidente dell’associazione e, in merito ai progressi del progetto proposto alle istituzioni, continua: “l’idea del progetto è stata ricevuta e apprezzata ma mancano le ultime fasi per la concretizzazione oramai da tempo. La soluzione sarebbe semplice; rendere Palazzo Fuga dei napoletani. Un azionariato popolare per la sua riqualificazione farebbe sì che i fondi per il progetto non mancassero e che i napoletani sentissero un maggior senso di appartenenza al palazzo.” Insomma, una proposta che alletterebbe non solo gli amanti della cultura ma anche chi, in questo progetto, intravede una fonte di guadagno.