Tutti contro Gianluca Festa. Dopo i consiglieri di opposizione ora l’indignazione dilaga e anche Gigi Casciello, deputato salernitano di Forza Italia, è pronto a presentare un’interrogazione parlamentare per chiedere lo scioglimento immediato del consiglio comunale di Avellino. Sabato sera, lo ricordiamo, il sindaco Gianluca Festa si è unito ad un gruppo di giovani in piazza ad intonare cori contro Salerno. Un episodio che ha provocato sdegno non solo per gli assembramenti, ancora vietati, ma anche per il disprezzo verso la città campana. E non si è fatta attendere la reazione del figlio del Governatore campano, il deputato Piero De Luca, che insieme con il Presidente della Provincia Michele Strianese e lo stesso sindaco di Salerno Vincenzo Napoli.

’Gianluca Festa deve dimettersi, senza se e senza ma. Altrimenti deve essere la sua stessa maggioranza a prendere le distanze, in maniera drastica, da quanto accaduto’’: ha dichiarato il consigliere regionale del PD, Maurizio Petracca. ‘’Se così non fosse la maggioranza che oggi sostiene Festa si macchierebbe di connivenza con chi istiga a calpestare le norme vigenti, i sacrifici di questi mesi, la memoria dei morti”. Petracca si è detto pronto a presentare un’interrogazione al Ministro dell’Interno, per chiedere lo scioglimento del Comune di Avellino.

‘’Rattrista e sconcerta che una citta’ come Avellino si ritrovi guidata da un sindaco irresponsabile che si mette a capo di un assembramento illegale, in piena emergenza Covid che proprio in Irpinia ha colpito duramente, improvvisandosi capo ultra’ e lanciando tra l’altro messaggi di odio territoriale che ne confermano la totale inadeguatezza al ruolo”, ha poi concluso Casciello.