Francesco Anzalone, 61 anni, è la 31esima vittima dell’amianto dell’Isochimica di Avellino di proprietà di Elio Graziano, deceduto tre anni fa. L’azienda, che negli anni ottanta scoibentava le carrozze ferroviarie nello stabilimento di Borgo Ferrovia, negli ultimi anni viene ricordata per gli ex operai morti di tumore. L’ex operaio era originario di Mercato San Severino, in provincia di Salerno, e da tre anni combatteva con il mesotelioma contratto lavorando nell’azienda.

Intanto il prossimo 22 ottobre riprenderà il processo nell’aula bunker del carcere napoletano di Poggioreale nei confronti di 27 persone accusate a vario titolo di omicidio colposo plurimo, lesioni dolose, disastro ambientale, omissione di atti di ufficio e omesso controllo.