Una paziente è morta all’ospedale Moscati di Avellino, in seguito a complicanze derivate da un intervento chirurgico per l’asportazione di un mioma. di Michela Ambrosone, 41 anni, di Mirabella Eclano, ha avuto uno choc settico e un nuovo intervento, ma poco dopo è stata trasferita in terapia intensiva e dopo alcun ore è morta. Ora 9 persone tra medici e infermieri del reparto di ginecologia e ostetricia sono indagati per omicidio colposo per la morte.

Il decesso risale al 18 luglio scorso, ma i familiari hanno appreso soltanto dopo successivamente che la donna era entrata in coma e non si era più ripresa. Per questo hanno presentato un esposto alla procura. Il pm Vincenzo Toscano ha disposto il sequestro della cartella clinica e la riesumazione della salma per consentire l’autopsia, fissata per domani.