Alle prime luci dell’alba i carabinieri di Avellino hanno eseguito 23 misure cautelari. Nel mirino della DDA di Napoli presunti affiliati al “nuovo clan Partenio”, che gestisce gli affari illeciti tra Avellino e altri comuni della provincia. Gli inquirenti ipotizzano nei confronti degli arrestati i reati di associazione per delinquere di tipo mafioso, usura, estorsione, detenzione di armi ed altro. L’operazione, denominata “Partenio 2.0”, ha coinvolto 250 militari dell’Arma.