Il 24 agosto del 79 d.C. la furia del Vesuvio ha sommerso il ricordo di una città splendente, rimasta abbandonata e sopita per diciassette lunghi secoli. Quella lontana memoria è poi riemersa dalle sue ceneri mostrando al mondo, ormai evoluto, tracce intatte di storia e civiltà.
Tappa fondamentale del Grand Tour, Pompei ha fatto scacco alla stessa Roma sostituendosi come capitale di un’era immutata. Chi non ha visto Pompei non conosce le origini del proprio passato.
Dunque, dopo la Festa della Repubblica… l’Impero! Esploriamo insieme un luogo così magico ed eterno. Templi, taberne, teatri, ville, bordelli e tanto di più.
“Una città romana conservata nella sua interezza, come se gli abitanti fossero andati via un quarto d’ora prima”
Chateaubriand, 1804.

Sabato 03 giugno ore 10:30
“Ave, Pompei”: scandalosa, immensa ed eterna

L’appuntamento è alle 10:20 all’ingresso della stazione Pompei – Scavi Villa dei Misteri della circumvesuviana. Per chi preferisce unirsi al gruppo già da prima, appuntamento alle 09:25 alla stazione di piazza Garibaldi, all’esterno de La Feltrinelli.
La prenotazione è obbligatoria al 3936856305 (anche tramite whastapp).

A proposito dell'autore

Simona Caruso

Post correlati