Ho chiesto al presidente della V Commissione regionale Sanità di convocare al più presto un’audizione, alla presenza della Direzione generale salute, alla luce di dati estremamente preoccupanti relativi al tasso di crescita dei casi di patologie oncologiche nei territori a ridosso del Parco del Cilento e del Vallo di Diano e degli Alburni“. Lo annuncia il presidente della Commissione speciale Aree Interne Michele Cammarano. “Dai report sui dati dei medici di medicina generale operanti in 70 comuni a Sud di Salerno, da Battipaglia a Sapri, è stata rilevata – spiega Cammarano – una media del 4,83 per cento di ammalati di tumore su un campione significativo di assistiti pari a 196.892 unità, corrispondenti a oltre il 50 per cento dell’intera popolazione residente. Picchi sono stati registrati, in particolare, nel distretto di Vallo della Lucania e di Sapri superiori alla media nazionale. Le stesse rilevazioni ci dicono che la malattia è diffusa nelle aree periferiche della provincia di Salerno, dove non è presente alcun insediamento industriale né insediamenti produttivi che potrebbero aumentare il rischio di insorgenza di tumori. Per questo – conclude il presidente della III Commissione speciale – abbiamo il dovere di fare chiarezza sulle cause dell’incremento di patologie tumorali in quelle comunità, mettendo in campo tutte iniziative possibili in tema di prevenzione”.