Sono loro, sono tornati e sono in tanti. Molti sono rimasti gli stessi fin dalla prima avventura, qualcuno era troppo impegnato, qualcuno si è perso, qualcuno si è distratto, qualcuno si è ritrovato, qualcuno è stato catturato.
Sono passati tre anni da quel “Napoli in cento parole” che fu il primo, poi altre 100 parole esatte, rigorosamente 100, hanno raccontato la cucina, le canzoni, le smanie per la villeggiatura. Cento parole hanno celebrato S. Valentino e il Natale, hanno condannato la violenza sulle donne. Tutto questo usando solo 100 parole esatte. Con un semplice esercizio, quasi un gioco, inventato però da Baricco, i 100 (circa) autori hanno manipolato il potere della parola che crea mondi e, alla fine, i nostri 100 (circa) hanno concluso che, prima di essere scrittori, tutti sono stati lettori e tutti vogliono continuare ad esserlo per sempre.
Nasce così “Il libro dei libri in cento parole”, un’antologia che celebra i libri della nostra vita.
Ognuno degli autori ha scelto un testo e ha raccontato l’emozione che vi ha trovato racchiusa tra le pagine. Ne è venuta fuori un’opera corale che celebra l’amore per la parola scritta e per le storie raccontate.
A dirigere tutta l’operazione è la “solita” Enza Alfano che Nino Daniele, l’assessore alla cultura del Comune di Napoli, ha recentemente definito una delle più autentiche e disinteressate animatrici del nuovo fermento culturale che sta scuotendo la città.
A seguirla sono i soliti 100 e più, lo zoccolo duro e le nuove leve, tutti insieme, sempre più decisi a rappresentare questa veste rinnovata di Napoli, una forza autoctona e sana che spinge al miglioramento della coscienza civile.


I 100 (circa) sono orgogliosi di esserci, sono orgogliosi di formare un piccolo esercito, ottimista, positivo e creativo.
I cento sono stati felici di ritrovarsi insieme il pomeriggio del 6 dicembre, al Pan, con Antonella Ossorio, Brunella Caputo, Nino Daniele, Francesco Bellofatto, Walter Galantuomo, a parlare dei libri della loro vita e del valore della lettura.
Ed eccoli i nostri 100 e più autori: Donatella Abate, Maria Teresa Alleva, Nadia Anselmi, Francesca Avolio, Emma Baj, Valeria Barbera a.k.a. Recenso, Luigi Bartalini, Marianna Bellettini, Tiziana Beraldo, Valerio Bianco, Carlo Brugnone, Barbara Buldo, Anna Maria Cacciatore, Valentina Capuano, Brunella Caputo, Flaminia Castaldo, Anna Copertino, Rossella Corsuto, Claudia Cuomo, Nunzia D’Amore, Mimma D’Angelo, Imma D’Aniello, Vincenza D’eSculapio, Marilena De Capua, Maria De Paolis, Eleonora del Giudice, Alberto Della Sala, Giuditta Di Cristinzi, Gisella di Sciullo, Jennifer Fabris, Marilena Ferrante, Francesca Formato, Antonio Fresa, Nicoletta Gallucci, Alessandra Gangi, Maria Gargotta, Antonella Gentili, Francesco Giampietri, Gabriella Giglio, Maria Grazia Gugliotti, Francesco Healu, Pina Ianiro, Anna Maria Liberatore, Luca Londi, Francesca Maccani, Angela Mallardo, Eliana Manes Rossi, Renata Marigliano, Gioconda Marinelli, Maria Marmo, Tiziana Maroungiu, Annarita Mastrangelo, Angela Matassa, Maria Antonietta Mattei, Rosa Medaglia, Daniela Merola, Paolo Miggiano, Maria Monaco, Lucia Montanaro, Pietro Nardiello, Marilina Neola, Paola Oliva, Ivana Orlando, Antonella Ossorio, Marina Paolucci, Gabriele Papini, Adealide J. Pellittieri, Annalisa Pesiri, Marisa Pesola, Laura Pezzella, Gianfranco Pignatelli, Claudia Raffaele, Mino Remoli, Lila Ria, Veronica Roman, Lucio Rufolo, Piera Salerno, Roberta Salvati, Annamaria Sapienza, Giovanna Sattin, Donatella Schisa, Elio Serino, Angelo Sollo, Patrizia Sommese, Maria Rosaria Spirito, Stefania Squillante, Salvatore Stefanelli, Tiziana Tafani, Elisabetta Toraldo, Massimo Torre, Peppe Tranchini, Loredana Troise, Rosa Ventura, Gabriella Vergari, Nella Vitalone, Emilio Vittozzi, Nieva Zanco, Crescenzo Zito.
Tutti pronti per la prossima sfida. Squadra che vince non si cambia.