Venerdì 15 novembre alle ore 20.30 al Cinema Astra parte l’undicesima edizione di “AstraDoc – Viaggio nel Cinema del Reale” con un evento speciale per celebrare il grande scrittore Andrea Camilleri, scomparso recentemente.

La rassegna di Cinema Documentario che vede ormai la consolidata collaborazione di Arci Movie, Parallelo 41 Produzioni, Coinor e Università “Federico II” – con il patrocinio del Comune di Napoli – propone come primo appuntamento “Conversazioni su Tiresia. Di e con Andrea Camilleri” di Roberto Andò e Stefano Vicario meglio conosciuto come Don Pasta (Italia 2018 – 85′), tutto incentrato sullo spettacolo teatrale scritto e interpretato da Andrea Camilleri e diretto da Roberto Andò, andato in scena in una sola data al Teatro greco di Siracusa l’11 giugno 2018.

Alla proiezione, introdotta dal curatore di AstraDoc Antonio Borrelli e dal Presidente di Arci Movie Roberto D’Avascio, interverranno presente Roberto Andò e il Prof. Arturo De Vivo, Pro-Rettore dell’Università “Federico II” di Napoli.

Andrea Camilleri, protagonista per la prima volta sul grande schermo, di un viaggio tra mito e letteratura sulle orme dell’indovino Tiresia alla ricerca dell’eternità. “Chiamatemi Tiresia!”. Si apre così “Conversazione su Tiresia”, lo spettacolo scritto e interpretato da Andrea Camilleri e prodotto da Carlo degli Esposti per Palomar, andato in scena al Teatro Greco di Siracusa l’11 giugno del 2018 di fronte a 4mila spettatori nell’ambito delle rappresentazioni classiche realizzate dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico. Un racconto mitico, pensato, scritto e narrato da Andrea Camilleri che “cunta” la storia dell’indovino cieco, le cui vicende attraverso i secoli si intrecciano a quelle dello stesso scrittore.

“Accompagnare Andrea Camilleri nel corso del suo viaggio verso Siracusa, per il suo ritorno al teatro greco nella veste inedita di attore-testimone, oltre che di autore, è stato un immenso privilegio di cui gli sarò sempre grato. Lungo le tappe di questo viaggio, iniziato con il poderoso lavoro di rilettura delle fonti compiuto da Andrea, e poi con la fase delle prove, ho vissuto momenti tra i più emozionanti della mia carriera di regista. Vederlo all’opera, seguire la liturgia delle sue mattine, spiare il suo modo di muoversi tra oggetti e volti che non vede, ascoltare le sue intonazioni per pronunziare i versi amati di Dante o di Eliot, è stato un regalo di cui profitterò a lungo. Tiresia è per Andrea innanzitutto la sigla del suo essere cieco e scrittore. Un destino che condivide con altri grandi poeti del passato. Il teatro è da sempre un procedere nel buio, a tentoni, cercando di comporre qualcosa che prefiguri il nostro essere più fragile e profondo. Il cammino di Tiresia è labirintico, paradossale, emozionante, come lo è la voce di Andrea quando risuona tra le pietre del teatro greco di Siracusa. Il film mostra un gigante della cultura mondiale che con calore e leggerezza confida agli spettatori il suo messaggio più intimo, il senso della vita e della letteratura.” (Roberto Andò).

Ingresso 3.5 euro | Soci Arci 3 euro a proiezione

 Coordinate rassegn

INFO: www.arcimovie.it – info@arcimovie.it

081 5967493