Dopo la borsa di studio per pizzaioli assegnata il 19 maggio e offerta da “Michele in the world” ai partecipanti al progetto, Generare Futuro, che mira ad accrescere le risorse personali di giovani disoccupati per favorirne l’ingresso nel mondo del lavoro, il 20 maggio 2019, è stata la volta di designare il vincitore del concorso di idee per la creazione di un foulard della Maison «E.Marinella» bandito dal prestigioso brand della moda, proprio per gli iscritti al progetto.

Iniziano così a maturare i primi frutti per i partecipanti per le loro  aspirazioni e i loro talenti – intesi non tanto come eccellenze nel percorso di studio ma come doti e capacità personali da scoprire e spendere nel mercato del lavoro – che il percorso di orientamento e stage laboratoriali previsto da Generare Futuro ha puntato a mettere in luce negli oltre 400 giovani, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che sono stati raggiunti. Nel capoluogo partenopeo il progetto, che si è svolto parallelamente in 5 regioni con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stato condotto dal Forum Provinciale delle Associazioni Familiari in collaborazione con le Acli e l’Arcidiocesi e ha registrato un’importante sinergia con le eccellenze dell’artigianato e degli antichi mestieri napoletani. Con il concorso di idee presso la Maison “E.Marinella” si è concluso il segmento napoletano di Generare Futuro.

Maria Pia Mauro, Presidente del Forum Provinciale delle Associazioni Familiari ha precisato: “Questi due eventi che, grazie alla lungimiranza di imprese come «Michele in the World» e la «E. Marinella», almeno per alcuni si trasformeranno in una concreta opportunità di ingresso nel mercato del lavoro, sono un punto di arrivo ma anche l’inizio di un nuovo cammino che porterà il Forum a dialogare sempre più intensamente con l’imprenditoria napoletana.

L’associazionismo familiare, soprattutto in una realtà come Napoli, intende concorrere a realizzare tutte le condizioni che possano favorire l’occupazione giovanile per consentire ai nostri ragazzi di realizzare il sogno, oggi spesso ritardato o irraggiungibile, di creare una propria famiglia.”

Gli oltre 300 giovani tra i 18 e i 35, coinvolti nel progetto, sono stati guidati lungo un percorso di orientamento, bilancio di competenze e laboratori presso le imprese che incarnano le eccellenze dell’artigianato napoletano. Il progetto infatti ha avuto come obiettivo quello di far emergere e potenziare quelle doti e capacità personali e motivazionali che possono favorire l’ingresso e la permanenza nel mondo del lavoro di giovani che spesso, e specie in zone particolarmente colpite dalla disoccupazione come Napoli, non riescono ad essere adeguatamente valorizzate.

Il concorso di idee bandito dalla “E.Marinella”, che è stata partner del Forum delle Famiglie, insieme alla borsa di studio per pizzaiolo offerta dal brand internazionale della pizza L’Antica Pizzeria “Da Michele” – Michele in the world, altro stakeholder del progetto, sono state due occasioni scaturite spontaneamente grazie all’eccellente risposta che il progetto ha registrato proprio a Napoli, coinvolgendo donne, disoccupati della città metropolitana, ragazzi stranieri e studenti dell’ultimo anno degli istituti professionali reclutati tra le scuole “Alfonso Casanova”,Duca di Buonvicino” e “Isabella d’Este Caracciolo”.

Così, se a diventare un pizzaiolo provetto sarà un diciannovenne srilankese, Prijan Warnakulasoorya, residente nel quartiere Sanità e con il sogno di aprire una pizzeria nello Sri Lanka, a vincere il concorso per la creazione di un foulard con il prestigioso marchio “E.Marinella” è stato invece un giovane napoletano, Davide Saraiello, alunno della 5° L – indirizzo grafico dell’Istituto «Isabella D’Este Caracciolo». I suoi bozzetti dalle fantasie geometriche vivaci e colorate sono stati scelti da una commissione presieduta da Maurizio Marinella a conclusione dell’evento I giovani, l’Oro di Napoli con cui, nella splendida cornice del Salone degli Affreschi della Maison di Via Riviera di Chiaia, sono stati illustrati i risultati del progetto dalla VicePresidente del Forum Nazionale delle Associazioni Familiari, Emma Ciccarelli, dopo i saluti di Monsignor Mario Cinti, Vicario per il Laicato dell’Arcidiocesi e di Maria Pia Mauro.

«Siamo stati felici di aver partecipato a Generare Futuro» – ha dichiarato Maurizio Marinella – «e di aver dato a questi giovani la possibilità di dar forma alle proprie idee. È nostro desiderio allestire comunque un’esposizione di tutti i loro lavori e cominceremo a pensarci subito». Presto sarà dunque possibile ammirare anche i lavori di Arianna Maisto, che ha ricevuto una speciale menzione, Gaia Calemme, Rosaria Cirillo, Gabriella Di Nocera, Anna Improta, Luca Maddaloni, Giuliana Montagna, Concetta Mormile, Melania Napolitano, Imara Picone, Claudia Sbarra, Isabella Perrotta, Valentina Cennamo, Noemi Amore, Francesca Cancello, Alessandra Copetta, Noemi De Francesco, Nadia De Vivo, Giuseppina Febbraio, Maria Frezza, Cristiana Palumbo, Jonathan Sansiviero, Lucia Bisogni, Rosa De Biase, Angela Muscariello, Antonietta Silvestri, Carmela Vettolieri, Martina Annunziata, Emanuela De Rosa, Cristina Finizio, Carmen Manfredino, Assunta Russo, Adelaide Sorrentino, Mariarosaria Testa, Anna Bacioterracina, Lucia Perillo, Laura De Pasquale, Lucia Carola, Mattia Esposito, Fabiana Guardasole, Mariarosaria Masiello, Alessia Sorbetti, Sara Adamo, Federica De Maria, Palma di Maro, Alessia Morale, Chiara Perelli, Eduardo Varriale, Emanuela Nunziata, Erika Casella.