Viviamo in tempi incerti e al contempo ricchi di opportunità. Le persone, le organizzazioni, le comunità e le nazioni sono chiamate ad adattarsi continuamente a nuove realtà. Per avere successo in uno scenario così mutevole è necessario coraggio e competenza, mettendo in discussione lo status quo, muovendosi con agilità e motivando gli altri ad avventurarsi in territori sconosciuti. Le risposte non possono venire solo dall’alto. Il mondo necessita di leadership diffuse, perché le soluzioni alle sfide devono giungere da più parti: nelle famiglie, nelle comunità, nelle organizzazioni dovunque situate.

Sabato 9 Febbraio presso l’Ex-Asilo Filangieri alle 17.30 per parlare di LEADERSHIP.
Ogni giorno ci viene data l’opportunità di fare la differenza nelle vite di coloro che ci stanno intorno. E, ogni giorno, dobbiamo decidere se accettare la sfida, oppure se semplicemente adottare la massima “vivi e lascia vivere”.

Presentazione del libro di Stefano Zordan

“La pratica della LEADERSHIP ADATTIVA. Strumenti e tattiche per trasformare le organizzazioni e le comunità”

Dialogheranno con l’autore:

– Eugenia Carfora, preside dell’Istituto Morano di Caivano, simbolo di una scuola che resiste.

– Giusy Sica, si occupa di Cultural Heritage Management, Founder/CEO presso Re-Generation Y-outh Think tank.

– Nicola Capone, libero ricercatore e docente di storia e filosofia nei licei napoletani, PhD e cultore della materia in filosofia del diritto presso l’Università degli studi di Salerno

– Michele Grimaldi, blogger, copywriter e studioso di Sviluppo territoriale ,si occupa di come la parole possano cambiare il mondo.

– Antonio Pescapè, Prof. Ordinario di Ingegneria Informatica presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Università di Napoli Federico II.

Modera Federica Caprio, Sistema Italia

Tutti gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo, in vico Giuseppe Maffei, 4 a Napoli.