I militari del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli hanno scoperto e sequestrato ad Arzano, 139mila mascherine senza marchio CE e pronte per essere immesse sul mercato.  I presidi di protezione individuale non a norma sono stati scoperti all’interno di un esercizio commerciale, gestito da un cittadino di origine cinese.

Le mascherine sequestrate dai militari venivano spacciate per chirurgiche e KN95, anche con filtro, ma in realtà prive di documentazione che ne attestasse le caratteristiche protettive, oltre ad essere sprovviste delle autorizzazioni e certificazioni necessarie per l’importazione. Circa 8mila di questi prodotti erano destinati a bambini.

Sequestrati anche 200 pseudo visiere protettive e 15 tra termometri e pistole termoscanner ad infrarossi, anch’essi sprovvisti dei certificati di conformità necessari. La vendita dei prodotti, al dettaglio, avrebbe potuto fruttare al venditore circa 120mila euro.

A proposito dell'autore

Post correlati