Arriva alla sua conclusione La rivoluzione dei libri” ideata da Alessandra Crocco e Alessandro Miele della compagnia teatrale Progetto Demoni, nell’ambito del Napoli Teatro Festival Italia, diretto per il terzo anno da Ruggero Cappuccio.

A conclusione di questo originale progetto di promozione della lettura che ha visto numerosi gruppi di lettura impegnati in una giocosa cospirazione, Progetto Demoni presenterà dal 5 al 12 luglio, in luoghi non teatrali, 3 spettacoli ispirati alla letteratura e caratterizzati da modalità non convenzionali di rapporto tra attore e spettatore.

Dal 5 al 7 luglio a Palazzo De Liguoro di Presicce alla Sanità va in scenaDemoni-Frammenti”, uno spettacolo suddiviso in tre episodi dedicati ad altrettanti personaggi de “I demoni” di Dostoevskij. Le performance puntano dritte al cuore di un avvenimento per permettere allo spettatore di vivere, in un presente sospeso e a stretto contatto con gli attori, un incontro capace di lasciare il segno. Le prime due performance, “Marija” (5 luglio) e “Liza” (6 luglio) sono per 1 solo spettatore alla volta, la terza, “Stavrogin” (7 luglio) per 10 spettatori.

In una dimensione altrettanto intima si dipana la storia di “Come va a pezzi il tempo”, riallestito per il Napoli Teatro Festival nella casa – studio “Tribunali 138”. Qui gli spettatori (solo 6 alla volta) attraversano momenti diversi della vita di una coppia passando da una stanza all’altra, testimoni discreti di un passato che rivive ancora una volta.

La giornata finale della Rivoluzione dei libri si terrà il 12 luglio a Palazzo Venezia, nei locali di  ‘Ambasciata.

Si comincia alle 18 con un incontro pubblico durante il quale i lettori ribelli e Piergiorgio Giacché (antropologo), Stefano Laffi (ricercatore sociale) e Graziano Graziani (scrittore e giornalista) si confronteranno sul valore della lettura come forma di resistenza.

A seguire andrà in scenaL’ultimo valzer di Zelda”, una ricostruzione della storia di Francis Scott Fitzgerald e di sua moglie Zelda, coppia mitica dell’età del Jazz, alla ricerca di un cortocircuito tra la “lost generation” degli anni ‘20 e la generazione dei trentenni di oggi.

La rivoluzione dei libri” si ispira ai lettori esuli di “Fahrenheit 451” che imparavano a memoria i libri perché non andassero perduti, o alle cinquine sovversive dei “Demoni” di Dostoevskij. Gli ideatori, Alessandra Crocco e Alessandro Miele, hanno immaginato i lettori di oggi come dei veri e propri rivoluzionari, pronti a conquistare alla causa nuovi sostenitori.

Il percorso rivoluzionario è cominciato in quattro scuole superiori di Napoli dove sono stati reclutati i primi ribelli a cui è stato affidato il compito di formare gruppi segreti di lettura.

Ogni settimana, la cellula segreta ha ricevuto da un fantomatico “Comitato Centrale” un plico contenente le istruzioni per la riunione e una selezione di testi da leggere.

Alla fine degli incontri i ribelli hanno scelto dei frammenti letterari da regalare alla città.

Questi frammenti sono stati trasformati in clip audio da attori e attrici e associati a QR Code e sono ora fruibili tramite smartphone in diversi luoghi del Napoli Teatro Festival e in alcune librerie e biblioteche. Gli artisti che hanno prestato la loro voce alla Rivoluzione sono Alessandro Argnani, Michele Bandini, Michele Baronio,Tamara Bartolini, Consuelo Battiston, Elena Bucci, Ruggero Cappuccio, Nadia Casamassima, Andrea Cosentino, Alessandra Crocco, Claudio Di Palma, Rita Felicetti, Roberto Latini, Roberto Magnani, Ignazio Oliva, Alessandro Miele, Laura Redaelli, Alessandro Renda.

PROGETTO DEMONI

Alessandra Crocco e Alessandro Miele hanno fondato Progetto Demoni nel 2013 realizzando come attori e autori due lavori ispirati ai Demoni di Dostoevskij (“Demoni – Frammenti” e “Fine di un romanzo”). Nel 2017 producono lo spettacolo “Lost generation” ispirato alla vita e alle opere dei coniugi Fitzgerald. Nell’estate del 2018 debutta a Sansepolcro “Come va a pezzi il tempo”, spettacolo ambientato in un appartamento per pochi spettatori alla volta. Sono ideatori del progetto di promozione della lettura “La rivoluzione dei libri – gruppi segreti per la rieducazione degli adulti” e di “Ultimi Fuochi Festival”, teatro al tramonto in luoghi segreti del Salento.