Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta e personale della Polizia di Stato (Squadra Mobile Questura di Caserta e Commissariato Santa Maria C.V.), coordinati dalla DDA della Procura della Repubblica di Napoli, a seguito di serrate indagini condotte in sinergia operativa, hanno rintracciato ed arrestato il latitante Francesco Cirillo, alias ‘Pasqualino cosciafina’, irreperibile dal 20 novembre 2020.

Il latitante, individuato in un appartamento ad Acerra (NA), ha tentato di eludere la cattura arrampicandosi sulla facciata di un palazzo raggiungendo un terrazzo di un’altra abitazione, dove è stato raggiunto e bloccato.

Francesco Cirillo era stato condannato in via definitiva a 30 anni di reclusione perchè riconosciuto tra gli organizzatori dell’omicidio di Domenico Noviello. L’imprenditore denunciò il racket delle estorsione e fu ucciso il 16 maggio 2008, a Baia Verde a Castel Volturno nel Casertano dal gruppo di fuoco della camorra casalese guidato da Giuseppe Setola.

Il provvedimento è stato emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli, a seguito di pronunciamento della Corte Suprema di Cassazione.